You are currently browsing the monthly archive for febbraio 2011.

Vale la pena di vedere Maddalena Crippa che interpreta Gaber, a Milano fino alla fine della prossima settimana (‘E pensare che c’era il pensiero’, Teatro Tieffe Menotti). Se non altro per ripassare un po’ di Gaber, in un testo che sembra scritto oggi e invece è del ’94, quando solo per una sensibilità lucida come la sua tante sfumature potevano già essere “qualcosa che stiamo per capire”. Maddalena dà a Gaber un’energia e una fisicità anche superiori all’originale; anche se la sua voce si presta al teatro più che alla canzone, e alla passione più che all’ironia. Belle, fra le altre, la struggente ‘Il dilemma’ e la teatrale ‘Qualcuno era comunista’ (ma da riguardare assolutamente su YouTube le versioni originali di Gaber). Belli anche gli arrangiamenti e bravo il coro: c’è un bis a cappella che vale da solo lo spettacolo.

Introducing TED Books.

Dopo i convegni diffusi in rete, TED sta per lanciare i TEDBooks, una linea di brevi libri digitali in partnership con Amazon.com. Ogni libro, di circa 10.000-20.000 parole, si venderà a circa $2,99 nell’ambito del programma Kindle Singles di Amazon. I testi potrebbero essere disponibili anche per altri formati digitali in futuro.
Dopo essersi affermata grazie ai suoi video dedicati a intellettuali, pensatori, scrittori e uomini d’impresa diffusi liberamente in rete, TED punta a utilizzare lo stesso modello per i libri. Chris Anderson, direttore di TED, ha dichiarato a Publishers Weekly: “Busy people can be daunted at the prospect of having to read a 300- or 400-page book. TEDBooks fill that gap. Their shorter format allows someone to see an idea fleshed out in a satisfying way–without having to set aside a week of reading time. With the growth of digital readers all bets are off and people who want to say something serious in a short form have options. Our TED Talks are limited to 18 minutes and we’ve found that short can work surprisingly well. We think people can write something that we can absorb in about an hour.”
Il programma prevede un’uscita iniziale di tre titoli e un ritmo di pubblicazioni di circa dodici novità l’anno, non necessariamente tutte dedicate a speakers di TED.
“Why are books the length they are?” dice ancora Anderson. “Is it their natural form or just a consequence of the needs of traditional book publishing? Books have always been important to TED and this is a great opportunity.”

Sommario

Scrivi il tuo indirizzo email per seguire Una superficie sempre uguale e sempre diversa. Riceverai un email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo articolo.

Immagini

Strasbourg 2010

Lipari 2010, Festa di San Bartolo

Dubai, 2009

Altre foto

Letture

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: