Il corso delle cose Il corso delle cose

di Andrea Camilleri

Voto: 4 stelle

Ho comprato e letto con piacere questo libro, senza sapere che fosse il primo romanzo di Camilleri, scritto nel 1967-68, pubblicato in prima edizione dall’editore Lalli solo dieci anni dopo, nel 1978 (dopo i rifiuti di Mondadori, Marsilio, Bompiani, Feltrinelli e altri editori), poco o nulla distribuito e finalmente ripubblicato da Sellerio nel 1998. Un bel romanzo, ben congegnato da un Camilleri già abile a tenere insieme la suspense del poliziesco, le atmosfere siciliane à la Sciascia e gli spunti irresistibilmente ironici, a tratti tragicomici, che il corso delle cose può regalare in un piccolo paese visitato dal delitto.
Le pagine più interessanti del libro sono però la postfazione dell’autore, Mani avanti, che ripercorre la genesi del libro, la sua vicenda editoriale e anche la prima origine dell’ormai ben noto italiano intriso di termini siciliani (qui meno che in libri successivi) tipico di Camilleri.

Leggi le mie recensioni su Goodreads

Annunci