You are currently browsing the category archive for the ‘Citare’ category.

Chi cerca la verità troverà la bellezza. Chi cerca la bellezza troverà la vanità.

Chi cerca ordine, troverà gratificazione. Chi cerca gratificazione, rimarrà deluso.

Chi si considera al servizio dei suoi simili troverà la gioia dell’espressione di sé. Chi cerca l’espressione di sé cadrà nel pozzo dell’arroganza.

L’arroganza è incompatibile con la natura. Attraverso la natura, la natura dell’universo e la natura dell’uomo, cercheremo la verità.

Se cerchiamo la verità, troveremo la bellezza.

Moshe Safdie

Annunci

Istruire una nazione significa civilizzarla; estinguerne le conoscenze significa ricondurla a un primitivo stato di barbarie. La Grecia fu barbara; istruendosi divenne fiorente. Oggi cos’è? Ignorante e barbara. L’Italia fu barbara; istruendosi divenne fiorente; allorquando le arti e le scienze ne vennero allontanate, cos’è diventata? Barbara. Tale è stata anche la sorte dell’Africa e dell’Egitto, e tale sarà il destino degli imperi in tutte le contrade della terra e in tutti i secoli che si succederanno. L’ignoranza è il retaggio dello schiavo e del selvaggio. L’istruzione dà all’uomo dignità.

Denis Diderot, Plan d’une Université pour le gouvernement de Russie

«La migliore cosa era avviarsi per la strada maestra. Semplicemente prenderla e avviarsi, non pensare proprio a nulla finché si poteva non pensare. E la strada maestra è qualcosa di lungo lungo, di cui non si vede la fine, come la vita umana, come il sogno umano».

Fëdor Michajlovič Dostoevskij

«Tutte le “realtà” e le “fantasie” possono prendere forma solo attraverso la scrittura, nella quale esteriorità e interiorità, mondo e io, esperienza e fantasia appaiono composte della stessa materia verbale; le visioni polimorfe degli occhi e dell’anima si trovano contenute in righe uniformi di caratteri minuscoli o maiuscoli, di punti, di virgole, di parentesi; pagine di segni allineati fitti fitti come granelli di sabbia rappresentano lo spettacolo variopinto del mondo in una superficie sempre uguale e sempre diversa, come le dune spinte dal vento del deserto». 

Italo Calvino, Lezioni americane

Sommario

Scrivi il tuo indirizzo email per seguire Una superficie sempre uguale e sempre diversa. Riceverai un email ogni volta che verrà pubblicato un nuovo articolo.

Immagini

Letture

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: